Category: Lr. n. 8 del 26.1.2013. impianti olimpici di proprietà regionale

Accertamento di Euro Approvazione schema di convenzione tra la Regione Piemonte e il Gruppo di Lavoro in materia di bilancio sociale dell'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Torino per la collaborazione interistituzionale finalizzata all'attestazione di processo del Bilancio sociale della Regione Piemonte. Accertamento di Euro 6. Accordo di Programma Quadro - Paesi dei Balcani. Rinnovo della Convenzione tra la Regione Piemonte e l'Osservatorio Interregionale sulla Cooperazione allo Sviluppo per la gestione del Programma di Sostegno alla cooperazione regionale nei Paesi dei Balcani.

Programma di Sviluppo Rurale Misura 10 pagamenti agro-climatico-ambientali. Dichiarazioni di pre-adesione all'operazione Aggiornamento autorizzazioni in materia di produzione e commercio dei vegetali, prodotti vegetali ed altre voci, iscrizione al registro dei produttori e accreditamento fornitori. Elenco soggetti autorizzati. Assegnazione di fondi per le spese di gestione corrente per l'ordinario funzionamento agli Enti di gestione delle aree naturali protette regionali per l'anno Liquidazione della somma complessiva di Euro 1.

Oneri per il personale degli Enti di gestione delle aree naturali protette regionali per l'anno Liquidazione della somma complessiva di Euro 7. Presa d'atto rendicontazione finale e liquidazione saldo spettante di Euro CUP : E22J Comune di Torino. Svincolo precedenti garanzie finanziarie e contestuale accettazione nuove garanzie finanziarie prestate dalla Societa' Clariant Prodotti Italia S.

Anagrafe Reg. Rimborso di quote canone demaniale per uso di acqua pubblica erroneamente versate alla Regione Piemonte, per un totale di euro Impegno di spesa di euro Verifica di ottemperanza della prescrizione n. Presa d'atto rendicontazione finale e liquidazione saldo spettante di euro CUP: J29H CUP : B99J Approvazione del quadro economico finale di spesa dell'intervento realizzato dal Comune di Pancalieri TO denominato: "Nuovo edificio scolastico a bassissimo consumo energetico con impianto ponderato".

Approvazione del quadro economico finale di spesa dell'intervento realizzato dal Comune di Alba CN denominato: "intervento di efficientamento della scuola Montessori di Alba edificio originario ". Approvazione del quadro economico finale di spesa dell'intervento realizzato dal Comune di Bussoleno TO denominato: "Lavori di razionalizzazione dei consumi energetici - Palazzo Municipale di Piazza Cavour 1".

Approvazione quadro economico finale di spesa dell'intervento realizzato dal Comune di Sant'Ambrogio di Torino: "Riqualificazione energetica della scuola Anna Frank".

Approvazione quadro economico finale di spesa dell'intervento realizzato dal Comune di Settimo Torinese: "Riqualificazione e riuso di struttura in legno lamellare per nuova eco sala polifunzionale in Settimo Torinese".

Approvazione del quadro economico finale di spesa dell'intervento realizzato dal Comune di Beinasco TO denominato: "Progetto per la razionalizzazione dei consumi energetici della scuola Aldo Mei".

Approvazione quadro economico finale di spesa dell'intervento realizzato dal Comune di Fiano TO : "Riqualificazione energetica dell'edificio scuola elementare". Autorizzazione idraulica n. Richiedente: Comune di Pinasca. Autorizzazione idraulica in sanatoria n. Richiedente: Sig. Autorizzazione preventiva in zona sismica 4 ai sensi dell'art.Contributi assegnati a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno a favore delle Unioni di comuni del Piemonte.

Avvio della fase di liquidazione della spesa. Fondo sostegno locazione art. Risorse DGR n. Aggiornamento Comuni Capofila e ambiti territoriali per i bandi. Riparto e attribuzione risorse ai Comuni Capofila. Indicazioni operative, schemi di bando di concorso e modulo di domanda per i Comuni. Le domande di contributo devono essere inoltrate entro le ore Quota a favore dei beneficiari provenienti dagli istituti penitenziari aventi sede sul territorio del Comune di Torino.

Approvazione bando n. Possono aderire al Gruppo di cooperazione:. Possono partecipare alla Fase 2 del Bando solo i Gruppi di cooperazione rappresentati da un Capofila ammesso a finanziamento per la Fase 1.

Elenco delle imprese ammesse ed elenco delle candidature non ammesse in risposta al bando approvato con D. Programma di Sviluppo Rurale della Regione Piemonte. Decreto Mipaaft n.

leggi regionali a testo storico

Comuni marginalmente interessati dalla perimetrazione. Disposizioni, ad integrazione alla D. Integrazione della D. Spesa a carico della Regione Piemonte di Euro Misure urgenti di adeguamento della legislazione regionale — Collegato. Modifiche alla legge regionale 31 maggion. Abrogazione delle leggi regionali 16 gennaion. Attribuzione Criteri di gestione obbligatori e norme per il mantenimento dei terreni in buone condizioni agronomiche e ambientali.

Integrazione del D. Intesa Stato-Regioni- Contributi assegnati a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno a favore delle Unioni di comuni del Piemonte. Finanziamenti per la copertura delle rette socio-assistenziali delle tariffe di ricovero dei pazienti di provenienza psichiatrica. Saldo anno e acconto anno Determinazione a contrarre.

Programma di Sviluppo Rurale — — Operazione 8. Bando Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 8. Concessione contributi per la realizzazione di lavori inerenti strade, cimiteri, municipi e illuminazione pubblica ai sensi della L. Interventi socio-sanitari a favore di anziani non autosufficienti. Emergenza Coronavirus.

Riordino della rete dei servizi residenziali della psichiatria — proroga al 30 settembre Prezzi di riferimento per opere e lavori pubblici nella Regione Piemonte — Prezziario Adozione e pubblicazione.Aggiornamento del preventivo di spesa compreso nella Relazione finanziaria al secondo piano P. Anno Decreto Legislativo 18 agoston.

Imm 5645 native language

Protocollo N. Ratifica della deliberazione di Giunta Capitolina n. Piattaforma e distribuzione a cura di Informat Edizioni, Roma Sito: www. Integrazione alla deliberazione A. Regolamento del Consiglio Comunale. Impegno, per la Sindaca e la Giunta, a destinare una quota — pari a Impegno, per la Sindaca e la Giunta, ad adottare dei provvedimenti volti ad efficientare i processi di archiviazione e di gestione del patrimonio documentale capitolino, mettendo in campo le soluzioni organizzative e tecnologiche previste dalla normativa vigente.

Integrazione e modifica della Deliberazione A. Impegno, per la Sindaca e la Giunta, a pubblicare sul sito di Roma Capitale il piano di pulizie straordinarie di tutti gli autobus in uso in ATAC e RomaTPL, locali, aperti e non al pubblico e stazioni di metropolitane; a predisporre una scheda di verifica operazioni di pulizia e sanificazione visibile su ogni mezzo di trasporto utilizzato da ATAC e RomaTPL; a richiedere ad ATAC una squadra di verifica e controllo delle operazioni di pulizia e sanificazione.

How to make a police radar jammer

Impegno per la Sindaca e la Giunta a promuovere ogni iniziativa utile a combattere la solitudine delle persone anziane penalizzate dalla chiusura dei centri anziani per il contrasto della diffusione del Covid Indirizzi al redigendo Regolamento Edilizio Territoriale in materia di eliminazione e superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati, pubblici e privati aperti al pubblico.

Indirizzi in materia di intelligenza artificiale, blockchain e internet delle cose. Vincolo per le entrate derivanti dalle procedure di cui alle istanze prot. QI e prot. Apicoltura urbana. Linee di indirizzo per il recupero ed il riutilizzo di terre e rocce da scavo, ai sensi del D. Variazione al Bilancio di previsione n. Linee guida per implementazione servizi pulizia luoghi trasporto pubblico locali. Modifica e Integrazione alla deliberazione di Assemblea Capitolina n.

Consiglio Regionale

Razionalizzazione periodica delle partecipazioni pubbliche di Roma Capitale di primo e secondo livello ex art. Immobile sito in via del Tritone n.

Olimpiadi ATENE 2004 - ORI italiani

Indirizzi in materia di convenzioni urbanistiche sottoscritte da Roma Capitale. Indirizzi in materia di Servizi complementari al trasporto pubblico di linea relativi alla gestione dei parcheggi di scambio e sosta tariffata di competenza di Roma Capitale. Aggiornamento del preventivo di spesa compreso nella relazione finanziaria al secondo P.

Disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei Servizi pubblici a domanda individuale. Approvazione del Documento Unico di Programmazione Art.Tra le norme modificate si segnalano, in particolare: la L. La Giunta regionale, sentiti il Consiglio delle autonomie locali e la Commissione consiliare competente, aggiorna la definizione dei servizi minimi del presente articolo su.

Sono o restano abrogati:. Salta al contenuto principale. Disposizioni di semplificazione e aggiornamento della normativa regionale.

L. R. Marche 18/04/2019, n. 8

Marche Ord. Articolo 2, comma 2, lettera hlettera ilettera llettera n ; articolo 3, comma 1, comma 2, comma 3; articolo 6, comma 3, lettera ccomma 4. Articolo 2, comma 2, lettera d ; articolo 3, comma 5; articolo 4, comma 1, alinea, comma 2, alinea; articolo 5, comma 2, comma 2 bis, comma 3; articolo 6, comma 3, lettera b ; articolo 7-bis. Articolo 19; articolo 21, comma 1, lettera a ; articolo 23, comma 3, lettera blettera e.

Articolo 4, comma 2, comma 3; articolo 5, comma 1, lettera bcomma 2 bis; articolo 6, comma 2; articolo 11, comma 2; articolo 21, comma 1, lettera carticolo 23, comma 4, lettera d biscomma 5.

Articolo 11, comma 3; articolo 18, comma 2; articolo bis; articolo 39, comma 1; articolo 47, comma 4; articolo 48, comma 1, lettera a ; articolo 49, comma 1. Articolo 7, comma 2, lettera e ; articolo 18, comma 2, lettera b bis ; articolo 30, comma 2, lettera c ; articolo 30, comma 3 ter; articolo bis. Scarica il pdf completo Stampa le parti selezionate Dalla redazione Commenti e approfondimenti Scadenze tecniche.

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D. A cura di: Dino de Paolis Alfonso Mancini. Provvidenze Beni culturali e paesaggio Enti locali Aree urbane Pianificazione del territorio Ambiente, paesaggio e beni culturali Pubblica Amministrazione Infrastrutture e opere pubbliche Urbanistica Finanza pubblica. A cura di: Roberto Gallia. A cura di: Anna Petricca.

Efficienza e risparmio energetico Energia e risparmio energetico. Uffici e luoghi di lavoro Sicurezza. Energia e risparmio energetico Efficienza e risparmio energetico. Energia e risparmio energetico Efficienza e risparmio energetico Macchine e prodotti industriali Norme tecniche. Mostra altri. Locandina e Programma Modulo di Iscrizione.Scegli il testo:. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Cerca nel sito. Leggi regionali Legge regionale 28 aprilen. Data di entrata in vigore:.

Il predetto onere di lire Il predetto onere di lire 3. Il predetto onere di lire 2. Il predetto onere di lire milioni fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni Per gli oneri derivanti dall'applicazione dell' articolo 3, comma 4, della legge regionale n.

Il predetto onere di lire 20 milioni fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni e del bilancio per l'anno Nelle more dell'attuazione del disposto di cui all' articolo 1, comma 3, della legge regionale 25 maggion.

Nell'ambito delle disposizioni previste dagli articoli 4, commi 1 e 2, e 16, comma 3 della legge regionale 7 settembren. Il finanziamento di cui al comma 1 viene effettuato dietro presentazione di dettagliata relazione indicante la quantificazione degli oneri sostenuti.

Il predetto onere di lire 15 milioni fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni e del bilancio per l'anno Il predetto onere di lire milioni fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni e del bilancio per l'anno Il predetto onere di lire 4. I fondi assegnati dallo Stato ai sensi dell' articolo 41, comma 4, del decreto legislativo 30 dicembren.

Il predetto onere complessivo di lire Nell'esercizio delle funzioni trasferite ai sensi dell' articolo 48 della legge regionale 9 marzon. Possono essere rimborsate le spese documentate, effettivamente sostenute prima della data di entrata in vigore della presente legge che risultino ammissibili a finanziamento ai sensi della normativa regionale in materia di opere pubbliche vigente alla data di aggiudicazione del relativo appalto.

In deroga a quanto disposto dall' articolo 14, comma 4, della legge regionale 7 febbraion. Trascorso tale termine, le somme non impegnate sul limite di impegno di cui al comma 1 costituiscono economie e devono essere restituite all'Amministrazione regionale ai sensi dell' articolo 14, comma 4, della legge regionale n.

La spesa di lire 8. Il predetto onere di lire 1. La spesa di lire 6. La spesa di lire 1. La spesa di lire L' articolo 2 della legge regionale 2 settembren. Allo scopo di promuovere la predisposizione di programmi di investimenti pubblici volti a realizzare obiettivi di riequilibrio e riassetto di ambiti specifici del territorio regionale e suscettibili di essere assunti a riferimento per la stipula di intese programmatiche tra Regione ed Enti locali, ai sensi dell' articolo 10 della legge regionale 9 marzon.

La spesa di lire 7. A valere sul fondo di cui al comma 1 sono finanziati gli interventi relativi ai progetti ammissibili al finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo sociale europeo nell'ambito dell'obiettivo n. Al fondo si applicano le disposizioni di cui alla legge 25 novembren. La Giunta regionale esercita, attraverso la Direzione regionale dell'industria, la vigilanza sulla gestione del fondo stesso.

L'onere di lire 18 miliardi fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni e del bilancio per l'anno Al Fondo regionale per la protezione civile di cui all' articolo 33 della legge regionale 31 dicembren. I progetti di cui al comma 1 possono essere presentati dai soggetti indicati dall' articolo 10 della legge regionale n.

L'onere di lire 10 miliardi fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni e del bilancio per l'anno I finanziamenti assegnati dagli articoli 34, 35, 36, 39, 44, 47, 48, 54, 55, 82, e costituiscono, anche singolarmente, risorse finalizzate oltre che al perseguimento degli interessi pubblici promossi e tutelati dalle singole leggi di settore, al mantenimento della base occupazionale. Le direttive sono approvate con deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore al lavoro, alla cooperazione e all'artigianato sentito il Consiglio d'Amministrazione dell'Agenzia del lavoro e integrano per il trienniorelativamente agli interventi di cui al comma 1, i criteri adottati ai sensi dell' articolo 21 della legge regionale 28 agoston.Legge regionale 3 febbraion.

Regolamento precedente. Statuto precedente. Link di salto:. Utility: glossario - mappa - Versione Italiana. Qualora il Consiglio regionale non approvi detta legge entro il 31 dicembrele funzioni di cui al presente comma si intendono automaticamente trasferite.

Agli oneri derivanti dall'attuazione del presente articolo quantificati in euro La Giunta regionale, in attesa di una disciplina organica delle forme di esercizio associato delle funzioni e dei servizi comunali e nel rispetto di quanto previsto all'articolo 33 del decreto legislativo 18 agoston. Agli oneri quantificati in euro L'articolo 15, comma 2 ter, della legge regionale 10 ottobren. Il concessionario deve corrispondere, per le acque minerali e di sorgente destinate all'imbottigliamento, oltre al canone di cui al comma 1, un diritto proporzionale pari ad euro 1,00 per ogni metro cubo di acqua minerale imbottigliata e suoi derivati prodotti.

Agli oneri derivanti dall'attuazione del presente articolo, quantificati in euro 1. I programmi di cui al comma 1, formulati e coordinati dalla struttura regionale competente in materia fitosanitaria, sono realizzati in collaborazione con l'Azienda regionale Veneto Agricoltura di cui alla legge regionale 5 settembren.

Pertanto le prestazioni erogate in tali strutture non sono sottoposte ad alcuna forma di compartecipazione. Nei successivi anni scolastici il finanziamento viene esteso a beneficio degli alunni della altre classi sopra indicate.

La Giunta regionale, sentita la competente commissione consiliare, approva un provvedimento per stabilire i criteri di erogazione dei finanziamenti alle istituzioni scolastiche. SVECsi trovino ad essere chiamati ad adempiere all'obbligazione di garanzia. All'articolo 5 della legge regionale 25 febbraion. All'articolo 4 comma 1 della legge regionale n.

Spontan nach amerika

Per l'attuazione delle iniziative previste dalla legge regionale n. La Veneto Sviluppo S. Le richieste degli enti di cui al secondo comma sono accolte nel rispetto della vigente disciplina e compatibilmente con le proprie esigenze di utilizzazione delle fotocopie. GIS S. La Giunta regionale, al fine di qualificare il territorio delle province del Veneto attraverso la presenza di impianti sportivi di eccellenza, a livello nazionale od internazionale, adotta, sentita la competente commissione consiliare un programma di intervento straordinario per la realizzazione ed il recupero di impianti sportivi.

Le iniziative inserite in tale programma possono beneficiare di contributi in conto capitale attraverso la stipula di specifici accordi di programma con la Giunta regionale. Sono ritenute ammissibili esclusivamente le iniziative, almeno una per provincia, il cui costo di realizzazione risulti pari ad almeno euro Alla legge regionale 28 dicembren.

Le 5 cose che non sapevi su totò riina

Gli asili nido aziendali istituiti da enti pubblici hanno diritto ad un contributo per le spese di gestione in misura pari a quello erogato dalla Regione agli asili nido del Veneto. Agli oneri di cui al comma 1 quantificati in euro I contributi sono assegnati, tramite i comuni, ai proprietari per la parte non coperta da assicurazione per un importo non inferiore al quaranta per cento e non superiore al settanta per cento della spesa sostenuta e fino all'importo massimo di euro Legge regionale 7 maggion.

Bugs that look like a strand of hair

Testo coordinato. Rifinanziamento delle leggi regionali di spesa 1. In applicazione di quanto previsto dall'articolo 30 della legge regionale 4 marzon. Le disposizioni delle leggi regionali abrogate, citate nell'allegato A di cui al comma 1, continuano ad applicarsi ai rapporti sorti nel periodo della loro vigenza e per l'esecuzione degli accertamenti dell'entrata e degli impegni di spesa assunti, come previsto dall'articolo 2 della legge regionale 1 agoston.

Incentivi, contributi e rapporti con il sistema delle imprese piemontesi 1. Gli uffici regionali preposti effettuano una valutazione degli effetti dei contributi e degli incentivi accordati secondo i criteri di cui al comma 2.

La Giunta regionale formalizza l'abbandono delle misure delle quali non si sia riscontrata l'efficacia. Lo stanziamento di 4. Contenimento delle spese di funzionamento 1.

8hp motor

Contestualmente alla presentazione del bilancio annuale da parte dei soggetti di cui al comma 1, la Regione deve procedere alla verifica dei documenti presentati e subordinare l'erogazione di finanziamenti e di contributi alla condivisione dei suddetti documenti.

Ai fini di concorrere agli obiettivi di contenimento e razionalizzazione della spesa pubblica, la Regione promuove la fusione nella fondazione di cui al comma 2 della Tenuta Cannona s.

La Giunta regionale adotta, di concerto con gli altri soci, gli atti necessari al fine di procedere alla fusione. Ripiano debiti della Regione e delle aziende sanitarie regionali 1.

Erogazione fondi all'Azienda sanitaria ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino 1. Alla spesa di cui al comma 1 si provvede, per l'annocon lo stanziamento di 7. Partecipazione a commissioni, consigli, comitati e collegi operanti presso l'Amministrazione regionale 1. Le norme regionali in contrasto ed in deroga alle disposizioni previste dal comma 1 sono abrogate.

Lo stanziamento di Diritti di istruttoria 1. Gli impianti olimpici di innevamento programmato, come individuati all'articolo 29, comma 1, della legge regionale 26 gennaion. Per l'esercizio e per la conservazione degli impianti oggetto di trasferimento la Regione, nei limiti degli stanziamenti di bilancio, concede un contributo forfetario determinato annualmente sulla base di criteri stabiliti dalla Giunta regionale.

Sono fatti salvi i provvedimenti assunti e, nei limiti degli stanziamenti di bilancio, quelli da assumere per la produzione della neve artificiale e per il mantenimento in efficienza e sicurezza degli impianti fino all'entrata in vigore della presente legge e, comunque, fino al loro completo trasferimento ed esercizio da parte dei Comuni.

Incentivo all'utilizzo del lavoro a tempo parziale 1. La Regione persegue fini di semplificazione amministrativa e contenimento della spesa pubblica anche attraverso il riassetto dei livelli di governo del sistema delle autonomie locali del Piemonte.

Nell'ambito del percorso intrapreso con l'approvazione della legge regionale 28 settembren.